Prestiti senza busta paga Svizzera

Per coloro che sfruttano opportunità lavorative in terra elvetica potrebbe tornare utile conoscere eventuali possibilità di prestiti senza busta paga Svizzera. Dalle informazioni in nostro possesso, coloro che svolgono lavoro da autonomi oppure liberi professionisti possono avere concrete chance di ottenere un finanziamento pur privi di una busta paga, che resta qui come altrove la condizione più favorevole affinché venga concesso credito da un istituto finanziario. Assai più complicata invece è la concessione di prestiti senza busta paga in Svizzera per chi è disoccupato o ha un reddito insufficiente, per cui bisognerebbe eventualmente informarsi direttamente presso una banca elvetica circa l’opportunità di ottenere denaro attraverso un garante terzo o con rendite alternative. In questa nostra disamina vedremo come non vi sono particolari differenze rispetto all’Italia circa le modalità per avere finanziamenti in Svizzera con la mera dichiarazione dei redditi.

Prestiti in Svizzera: i requisiti di accesso

In generale per ottenere prestiti in Svizzera, che si tratti di lavoratori dipendenti oppure di autonomi, deve verificarsi una delle seguenti condizioni per cui è possibile la concessione del finanziamento:

  • Avere nazionalità svizzera
  • Permesso di domicilio
  • Permesso di dimora con un minimo di 6 mesi di anzianità lavorativa in Svizzera
  • Frontalieri con un minimo di anzianità lavorativa di 3 anni
  • Lavoratori indipendenti con residenza in Svizzera
  • Beneficiari di pensione AVS/AI senza complementare e con residenza in Svizzera

Possono richiedere un finanziamento in Svizzera tutti coloro che hanno compiuto 18 anni, mentre l’età massima oscilla intorno ai 70 anni. Dal punto di vista strettamente finanziario invece la precondizione per ottenere un prestito è detenere una busta paga o una rendita in franchi svizzeri, e la soglia minima oscillante a seconda dell’istituto a cui si rivolge prevede un minimo di almeno 2500-3000 CHF.

Prestiti senza busta paga in Svizzera: a chi rivolgersi?

Fortunatamente non mancano gli istituti di credito e le società finanziarie che consentono di operare anche on line per richiedere prestiti in Svizzera senza busta paga. Basta eseguire una semplice ricerca on line mediante motori di ricerca per imbattersi nei siti ufficiali dei vari enti di credito: si consiglia

di leggere i contenuti delle condizioni finanziarie applicate in modo da trovare la banca o finanziaria più idonea per le proprie necessità. Tutti questi spazi web informativi presentano la lingua italiana per cui non vi sono problemi di comprensione. In genere si può avere una risposta sulla fattibilità del finanziamento entro 48 ore, mentre per l’erogazione vera e propria occorrono almeno un paio di settimane dopo l’avvenuta consegna della documentazione.

I tassi di interesse

Se le formalità burocratiche sono snelle e semplici, soprattutto on line, più complesso risulta stabilire il tasso di interesse applicato per un prestito senza busta paga in Svizzera. Infatti mediamente non vi è un tasso fissato e predeterminato come accade con le finanziarie italiane, ma il tasso base d’interesse viene spesso stabilito in seguito all’esame della pratica: facile pertanto che un lavoratore autonomo privo di busta paga possa ottenere un tasso più elevato rispetto a un lavoratore dipendente, ma per stabilire la convenienza anche rispetto all’Italia sarebbe utile confrontare direttamente preventivi. C’è però un vantaggio nella richiesta di finanziamenti in Svizzera:

vivendo in terra elvetica è possibile dedurre gli interessi dalla dichiarazione dei redditi, ricevendo direttamente dall’istituto di credito l’attestato dei tassi d’interesse debitori.

Un’altra peculiarità nella richiesta di prestiti in Svizzera anche privi di busta paga è che i consulenti possono richiedere i dati personali e finanziari del coniuge o convivente con i relativi documenti, allo scopo di ottimizzare il calcolo dell’importo da destinare al prestito. Il tutto senza obbligo di firma, poiché il finanziamento resta a firma singola, ma può contribuire a determinare un maggiore importo richiesto.

Posso effettuare calcolo on line?

Anche molti dei siti ufficiali delle banche elvetiche presentano un calcolatore on line dove poter effettuare una simulazione del proprio prestito, inserendo la cifra in CHF e la durata, benché i risultati sono più di uno a seconda del tasso di interesse che verrà applicato, che come abbiamo detto nei prestiti in Svizzera è oscillante, determinato in base alla solvibilità.

Mediamente è possibile ottenere in un prestito in Svizzera da un minimo di 1000 a un massimo di 250 mila CHF, ma come sempre tali cifre variano a seconda dell’istituto di credito a cui ci si rivolge.

Prestiti per cattivi pagatori

La categoria che maggiormente ha difficoltà di accesso al credito è quella formata dai cosiddetti cattivi pagatori che per giunta non hanno nemmeno una busta paga, cosa che in Italia consentirebbe di ottenere un finanziamento attraverso la cessione del quinto. Per costoro in genere è necessario per forza un garante solido e affidabile al fine di ottenere un capitale in prestito: e in Svizzera?

Dalle informazioni in nostro possesso non è dato sapere come eventualmente ottenere prestiti senza busta paga come cattivi pagatori, ma l’ipotesi più probante è che sia analogamente necessario un garante per la fideiussione. Quello che sappiamo con certezza invece è la modalità del circuito interbancario elvetico per avere informazioni sui richiedenti prestito: se in Italia vi è Il Crif, in Svizzera vige lo Zek, una centrale per ottenere informazioni sui crediti privati, sui leasing e sulle operazioni di finanziamento, con tutte le info sulle richieste avanzate dal singolo soggetto. Per chi volesse avere una visura dei propri dati sullo Zek può consultare il sito ufficiale alla pagina riservata all’argomento Données sur ma personne.

Conclusioni

Fatte salve alcune lievi differenze che abbiamo qui descritto, le modalità per cercare, richiedere e ottenere prestiti senza busta paga in Svizzera sono analoghe a quanto accade in Italia, per cui è bene avere contezza della propria condizione finanziaria prima di inoltrare richieste. Per chi ha la facoltà di ottenere un finanziamento in terra elvetica potrebbe essere utile fare un confronto preventivi e analizzare dove sia più conveniente avanzare la propria richiesta, fermo restando che gli autonomi e i liberi professionisti con un buon reddito da lavoro hanno concrete opportunità di vedersi accordato il prestito, mentre il percorso diventa assai più irto e disagevole per chi ha un reddito insufficiente oppure è disoccupato. In Svizzera come in Italia.

Ti è piaciuto il post?