Warning: Declaration of SEO_Auto_Linker_Front::get_meta($post, $key) should be compatible with SEO_Auto_Linker_Base::get_meta($key, $default = '') in /home4/guidasen/public_html/wp-content/plugins/seo-auto-linker/inc/front.php on line 439
Prestiti in un'ora senza busta paga: come ottenere velocemente piccole somme

Prestiti in 1 ora senza busta paga: come ottenere piccole somme con poche garanzie

Cosa sono i prestiti senza busta paga? E chi è che può richiederli? Online esistono diverse opzioni per coloro che pur non avendo uno stipendio fisso (garantito dalla presenza di una busta paga) necessitino di richiedere piccole o medie somme di liquidità in tempi stringenti, ma non tutte sono semplici da ottenere. Vediamo quali categorie sociali possono richiedere questo tipo di prestito e come avanzare la propria richiesta, ma soprattutto cerchiamo di capire come ottenere la liquidità di cui abbiamo bisogno in appena 1 ora di tempo.

A chi sono rivolti questi finanziamenti

Dopo la crisi finanziaria in cui l’Italia e l’Europa sono sprofondate negli ultimi anni, le banche e gli istituti finanziari hanno cercato di far fronte alle esigenze dei consumatori in difficoltà con nuovi pacchetti di prestito e finanziamento, maggiormente elastici e ottenibili con garanzie alternative rispetto alla busta paga. Ovviamente non essere in possesso di una busta paga non significa non dover presentare alcuna garanzia: le banche pretendono comunque affidabilità per accettare le richieste di prestito, e inoltre gli interessi per i debitori senza busta paga potrebbero essere molto maggiori rispetto a quelli previsti per coloro che abbiano un discreto merito creditizio.

I prestiti senza busta paga nascono per venire incontro alle esigenze di:

  • disoccupati;
  • lavoratori con contratti atipici;
  • casalinghe;
  • studenti;
  • giovani;
  • lavoratori autonomi.

Questi finanziamenti sono generalmente non finalizzati, e cioè non necessitano di una “motivazione” ultima per essere erogati, possono quindi essere spesi per ciò che si preferisce. Per richiedere questo genere di finanziamenti bisognerà essere in possesso di:

  • Documenti di riconoscimento in corso di validità
  • Avere tra i 18 e i 70 anni (75 presso alcune finanziarie)
  • Avere la cittadinanza italiana o essere in possesso di regolare permesso di soggiorno
  • Avere la tessera sanitaria
  • Essere in possesso di un conto corrente a proprio nome

Erogazione in 1 ora o in meno di 24 ore

Qualora si abbiano tutte le carte in regola per avanzare la propria richiesta di finanziamento, è bene sapere i tempi dell’erogazione variano in genere da diversi fattori: la somma e le garanzie offerte fanno parte di questi. Se ad esempio il richiedente è già cliente della banca o della finanziaria a cui abbia avanzato la propria richiesta, è possibile che molte delle pratiche siano già presenti all’interno del sistema e che per questo molte delle pratiche siano smaltite più velocemente. Essere già cliente dell’istituto finanziario a cui si abbia necessità di richiedere un prestito veloce è sicuramente un modo per risparmiare del tempo prezioso visto che con tutte le probabilità grazie ad altre operazioni finanziarie da noi svolte in precedenza il sistema potrebbe aver tenuto memoria del nostro merito creditizio.

In genere a influenzare i tempi di erogazione è anche la cifra richiesta: maggiore sarà il valore del prestito, maggiore sarà il tempo di cui la banca potrebbe necessitare per fare le dovute valutazioni e verifiche riguardanti il piano di ammortamento. Di solito per i prestiti veloci online le cifre variano fino a 50.000 euro.

Sicuramente avere tutte le carte in regola fin dall’inizio è un buon modo per risparmiare tempo e non vedersi rifiutare la richiesta di finanziamento. Ad esempio tre considerazioni che possono essere fatte anticipatamente per agevolare il nostro avanzamento della richiesta sono:

  • non essere protestati o cattivi pagatori
  • avere un’attività d’impresa da almeno un anno (meglio se da due)
  • avere un discreto merito creditizio, dimostrabile attraverso la certificazione unica e il TFR
  • avere un garante con solida stabilità finanziaria (fideiussore)

Prestiti online e firma digitale: cosa sono e come funzionano

Sicuramente un altro buon modo per richiedere il prestito e risparmiare tempo è quello di avanzare la propria richiesta online: con la firma digitale potremo firmare tutte le pratiche inerenti la richiesta di finanziamento e ottenere la cifra desiderata. Ottenere questo tipo di finanziamenti è facile e veloce, ma non è possibile ovviamente richiedere prestiti cambializzati: finanziamenti di questo tipo sono generalmente studiati per situazioni più delicate e per questo la loro richiesta può essere avanzata unicamente in una filiale della banca, che provvederà a fare tutte le valutazioni del caso.

Perché questa tipologia di prestito è veloce, semplice ed elastica

I prestiti online personali sono sicuramente la soluzione più semplice, veloce ed elastica per coloro che abbiano necessità di piccole somme di liquidità in tempi stringenti. Le pratiche possono essere riempite direttamente online con una procedura snella e veloce offerta dalla banca o dalla finanzia alla quale ci si sia rivolti, e in genere le banche consentono di modificare gli importi e il tempi di rateizzazione previsti per l’ammortamento entro certi limiti di tempo. Findomestic, Agos Ducato e Compass sono tra gli istituti finanziari più noti a offrire ai propri clienti la possibilità di richiedere un prestito direttamente e interamente online (ovviamente è necessaria la firma digitale).

Un altro vantaggio indiscusso dei prestiti online è che, una volta terminata la procedura, potremmo sapere in pochi minuti se la nostra richiesta di prestito sia stata accettata oppure no: le banche e gli istituti di credito si riservano comunque il diritto di rifiutare la richiesta di prestito qualora il richiedente o il suo garante non risultassero idonei e dotati di stabilità finanziaria. Lo stesso vale per coloro che siano segnati dai registri del Crif o siano protestati.

Garanzie: quali avere

Nel caso in cui non si abbia una busta paga è possibile richiedere piccole somme di liquidità dimostrando di avere solide garanzie alternative: un assegno di mantenimento, l’ipoteca sulla casa o altri oggetti di valore potranno fungere da garanzia nel caso in cui non si percepisca uno stipendio. La forma più semplice per richiedere un prestito è offrire come garanzia la firma di un proprio garante di fiducia, il quale si impegnerà a saldare i pagamenti in caso di insolvenza da parte del richiedente. Il garante deve avere busta paga o avere un buon merito creditizio, e in genere può farlo chiunque avesse questi requisiti e fosse al di sotto degli 80 anni d’età. L’importante non è il numero delle garanzie, bensì il loro valore in proporzione a quello del credito richiesto.

Ti è piaciuto il post?